Un mazzetto di ortica

Michele Santoro sarà anche simpatico come un mazzetto di ortica nelle mutande. Marco Travaglio avrà pure quell’aria insolente da primo della classe destinato a diventare, da grande, un insopportabile maestrino. Vauro, bè sì, è vero, non sempre le azzecca le sue vignette (tranne quelle sulla coppia Rutelli-Palombelli). E Sabina Guzzanti si sarà anche incarognita con il suo Berlusconi che sa un po’ d’acido. Però, alla fine, la domanda che viene è: cosa sarà mai successo di così allucinante nella puntata di Annozero del 9 aprile?

Nel coro generale di osanna al Governo e alla protezione civile (tutti legittimi, giusti, magari un po’ troppo concordi verrebbe da dire, ma va bene così), Santoro ha semplicemente compiuto il minimo sindacale di un programma di informazione: ha fatto il suo lavoro, ha esercitato il diritto di critica. Ha fatto la voce stonata, quella fuori dal coro che si nota e, appunto, spezza la magia del coro.

Insomma, ha svolto la funzione del watchdog, del “cane da guardia”, quella tipica del giornalismo anglosassone. Magari sopra le righe, magari perseguibile (e così sia se ci sono gli estremi), ma sacrosanta.

Ancora oggi, a distanza di 5 (cinque) giorni si continua a parlare sui giornali del “Caso Santoro”, s’invocano censure, chiusure e nuovi editti bulgari.

Scusate la dietrologia, ma viene un sospetto: che si cercasse il casus belli, il pretesto servito su un piatto d’argento per farlo fuori, per toglierselo dalla scatole, per liberare la prima serata del giovedì di Rai Due? E darla a uno che stonasse un po’ meno?

Qui c’è un commento di Emma Bonino e qui sotto l’intervento di Travaglio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...